Joomla ServiceBest Web HostingWeb Hosting
Home Anfibi Salamandra pezzata
Messaggio
  • Questo sito utilizza i cookies. I cookie sono file memorizzati nel browser, utilizzati dalla maggior parte dei siti per personalizzare la navigazione. Utilizzando il nostro sito l'utente dichiara di accettare e acconsentire all' utilizzo dei cookies in conformita' con i termini di uso dei cookies.

    Leggi di più

Salamandra pezzata


La salamandra è un anfibio appartenente alla classe degli urodeli.
E’ stata spesso soggetto di leggende, in cui si credeva assurdamente che l’animale potesse sopravvivere nelle fiamme.

Corpo

La salamandra pezzata ha una pelle facilmente riconoscibile di colore nero con macchie gialle (che servono per avvertire i predatori della sua velenosità). Essa è umida e liscia ed è cosparsa di ghiandole che secernano un muco che irrita gli altri animali e serve anche contro le infezioni e per ridurre la disidratazione. Comunque sia la sua pelle è innocua per l’uomo.
Raggiunge fino a 30 cm di lunghezza, compresa la coda. Le femmine sono generalmente più grandi e grosse dei maschi.
Il corpo è tozzo con arti corti e massicci. E’ un anfibio caudato, infatti, possiede una coda robusta.
Il capo e piccolo e presenta degli occhi tondi e sporgenti.

 

Comportamento

E’ un animale molto sedentario, rimane fedele al suo rifugio, dove trovano riparo in gran numero.
La femmina di salamandra depone le larve in ruscelli torrenti o in altri corsi d’acqua, purché non siano inquinati. Essa possiede branchie e quattro arti. Alcune salamandre sono vivipare e producono piccoli già sviluppati.
Vive principalmente in Europa centrale, iberica e balcanica nei boschi di latifoglie umide e fresche, a una quota compresa tra il livello del mare e i 2000 metri s.l.m.
Si nutre di: insetti, lombrichi, molluschi e miriapodi.
E’ un animale notturno o attivo di giorno in caso di piogge. 
Nell’Europa meridionale è attiva soprattutto nei mesi di primavera e autunno, mentre in inverno non si ritira in letargo (a differenze di molti anfibi). Nell’Europa centrale è prevalentemente attiva in estate e primavera, si ritira in letargo in autunno e inverno.
La salamandra pezzata è spesso preda di lupi, volpi, gatti selvatici, mustelidi ma soprattutto della biscia dal collare, immune al suo veleno.
E’ un animale piuttosto longevo, può arrivare fino ai 25 anni di vita.
L’accoppiamento e la gestazione avvengono fuori dall’acqua, mentre il rito di corteggiamento consiste in una specie di danza in cui il maschio depone una sacca di spermatozoi sul terreno permettendo alla femmina di raccoglierlo. Al momento del parto si reca in uno specchio d’acqua per deporre le larve, che variano da 50 a 60. Respirano con le branchie che scompariranno con la metamorfosi con un intervallo dai tre ai sei mesi.

 
Cerca nel sito
Foto casuale
Curiosità sugli animali
Becco del pellicano

La tasca del pellicano può contenere fino a 12 litri di acqua, quando è piena l'uccello non può volare perchè non riesce a mantenere l'equilibrio !!!

Newsletter
Trovaci su Facebook