Joomla ServiceBest Web HostingWeb Hosting
Home Mammiferi Facocero
Messaggio
  • Questo sito utilizza i cookies. I cookie sono file memorizzati nel browser, utilizzati dalla maggior parte dei siti per personalizzare la navigazione. Utilizzando il nostro sito l'utente dichiara di accettare e acconsentire all' utilizzo dei cookies in conformita' con i termini di uso dei cookies.

    Leggi di più

Facocero


Il facocero è un animale appartenente alla classe dei mammiferi, precisamente alla famiglia dei suini. Il suo nome deriva dal greco e significa “porco con le verruche” ha, infatti, sul grugno due grosse escrescenze che gli proteggono gli occhi.

Comportamento

Il facocero vive principalmente nella savana e nelle boscaglie dell’Africa.
E’ un animale onnivoro, si nutre perciò di erbe, bacche, cortecce e radici, ma anche di carogne, larve e insetti.
Può avere diversi livelli di socialità: un maschio può vivere con la compagna e i piccoli conducendo una vita solitaria oppure vivere in un gruppo con altri maschi; la femmina vive con i propri piccoli finché non raggiungono la maturità o in gruppi con altre femmine. I giovani maschi vivono in piccole comitive organizzate in gerarchie; raggiunta la maturità visitano i gruppi di femmine per accoppiarsi, ma solo l’individuo dominante ha il diritto di riprodursi. I cuccioli, dai quattro agli otto, vengono partoriti dopo una gestazione di 160 – 170 giorni all'interno di una tana, crescono in fretta e dalla terza settimana di vita iniziano a brucare l’erba.I suoi predatori principali sono: il leone, il leopardo, il ghepardo, il licaone e la iena macchiata. Quando scappa, si rifugia nella tana in retromarcia per non essere assalito a sorpresa.

Corpo

Il facocero ha un corpo tozzo e compatto, lungo dai 90 ai 150 cm, alto dai 55 ai 70 cm, e il suo peso varia dai 50 agli 80 kg.
Il pelo è rado e scuro, di colore nero o grigio. A volte appare giallastro per l’abitudine di rotolarsi nel fango per liberarsi dai parassiti.
Caratteristiche sono i suoi due canini (raggiungono una lunghezza tra i 20 e i 50 cm), che si sviluppano in ricurve zanne appuntite e fuoriescono dalla bocca. Li utilizza prevalentemente per difendersi o per scavare nel terreno alla ricerca di tuberi e radici. Presenta anche due canini inferiore di dimensioni minori, circa di 10 cm.
Le zampe sono corte ed esili, gli permettono di raggiungere una velocità massima di 55 km/h ma per brevi tratti.
La testa è piuttosto voluminosa rispetto al corpo ed è allungata e appiattita. Le orecchie sono piccole e appuntite, mentre gli occhi, anch'essi piccoli, si trovano nella parte alta della testa per controllare meglio il territorio e gli permettono una vista acuta.
Il pelo è più lungo sulla schiena formando così una sorta di criniera.
La coda è lunga e sottile, termina con un ciuffo di setole scure. Quando scappa, la rivolge verso l’alto.

 

Dedicato al mio amico Marco

 
Cerca nel sito
Foto casuale
Curiosità sugli animali
I grandi subacquei


Ai capodogli spetta il record d’immersione, infatti, questi cetacei raggiungono le incredibili profondità di 3000 metri sotto il mare, dove cacciano le piovre di cui si nutrono !!!

Newsletter
Trovaci su Facebook